Note biografiche

Silva Cavalli Felci nasce a Bellinzona (CH) nel 1935. Conclusi in Svizzera gli studi superiori, trascorre a Londra il biennio 1955-56 per approfondire lo studio della lingua inglese alla British School for Foreign Students. Contemporaneamente, segue corsi di disegno e stage design alla St.Martin’s School of Art. Incisiva in quel periodo è la frequentazione assidua di musei, teatri e concerti. Tornata in Italia, dopo alcune esperienze di lavoro a Milano, si trasferisce a Bergamo e nel 1969 si iscrive alla Scuola di pittura dell’Accademia Carrara sotto la guida del Maestro Trento Longaretti. Artista con un’esperienza formativa terapeutica sia verbale che non verbale, quest’ultima con il metodo del sandplay di Dora Kalff, allieva di Jung, conduce laboratori di attività espressive attenti all’indagine e alla voce del disagio. Ha collaborato con la Fondazione Emilia Bosis, che si occupa della riabilitazione e della risocializzazione di persone con problemi psichici. Vive e lavora a Bergamo e a Manerba del Garda, Italia.

Mostre personali e collettive, installazioni, performances, laboratori, workshops e pubblicazioni

2020 Arte e poesia, video per la Società Dante Alighieri Bergamo;

2019 Como Art Company, personale;

2019 Lugano (CH) La Cornice, personale;

2018 Application Silva Cavalli Felci – Premio Olivero 2018;

2016 Latina (Lazio) Spazio Comel arte contemporanea, personale Le forme della leggerezza;

2015 Premio Comel Vanna Milgiorin – Premio internazionale arte contemporanea per l’opera “Danza rossa”;

2014 Bergamo, ex chiesa della Maddalena, intrecci, personale a cura di Paola Tognon;  

2014 Silva Cavalli Felci La vita è insufficiente, monografia a cura di Paola Tognon, Lubrina ed. Bergamo;

2012 Gorgonzola (Mi) Galleria M&D ARTE personale;

2010 Ranica (Bg)  Istituto Mario Negri, Villa Camozzi, con Mariella  Bettineschi, Sonia Ciscato, Nicoletta Freti, Valentina Persico, Alfa Pietta, Maria Clara Quarenghi; Colmegna (Va) performance Tre sentieri per il lago (da Ingeborg Bachmann);

2009 Libere Fenici  poesie di Sergio Romanelli con due immagini di Silva Felci, ed. Lieto Colle, Faloppio (Como);  Bergamo e Colmegna (Va), performance Flush (da Virginia Woolf);

2008 Bergamo, Galleria spazioarte viamoronisedici, con Caterina Rossato;  Bergamo e Colmegna (Va), performance La Grande Dea, Il viaggio di Inanna Regina dei Mondi; laboratori artistici per la realizzazione di uno spettacolo teatrale organizzato dalla Fondazione Emilia Bosis in collaborazione con la Fondazione Sipario Toscana;  

2007 Metà Fisiche, libro d’artista con testi tratti dall’opera inedita La metafisica di un fauno di Sergio Romanelli, ed. El Bagatt, Bergamo;

2006 Bergamo, Galleria Il Caffè Letterario, mostra personale; Bergamo, Chiostro di Santa Marta, Dissonanze; Bergamo, Ex Chiesa S.Agostino, Un senso per l’arte; Inverno di un tempo, poesie di Elda Cortinovis con un’incisione di Silva Cavalli Felci, ed. El Bagatt, Bergamo;

2005 Colmegna (Va),  performance Caro Bugiardo (da Jerome Kilty); Il viaggio di Inanna Regina dei Mondi nel laboratorio di attività espressive di Silva Felci, con dieci poesie di Pasqua Teora,  pubblicazione in proprio;

2004 Bergamo e Colmegna (Va),  performance La morte della Pizia (da Friedrich Dürrenmatt);

2003 Colmegna (Va), performance Amore e Psiche (da L’asino d’oro di Apuleio e da Amore e Psiche – un’interpretazione nella psicologia del profondo – di Erich Neumann);

2002 Bergamo, Teatro Sociale Trento Longaretti e la sua scuola; Plenilunio nero, una poesia di Rina Sara Virgillito per un collage originale di Silva Felci, 30 esemplari, Ed. Pulcinoelefante, Osnago (Lc);  Colmegna (Va),  performance Storia di un uomo e di una marionetta  (da Petruska di Igor Stravinsky e La morte di Ivan Il’ic di Lev Tolstoj);

2001 Bergamo, Galleria Fumagalli, personale; studio e plaquette per Intrecci,  voci dal silenzio, pubblicazione in proprio; Colmegna (Va) performance L’amore moderno (da George Meredith);

2000 Bergamo, Galleria Vanna Casati, con Alfa Pietta e Dolores Previtali; Bergamo, ex Chiesa della Maddalena, Aiuto Donna – Uscire dalla violenza; Bergamo, ex Chiesa della Maddalena, Artisti bergamaschi con l’Aler; Bergamo, Associazione Culturale Poliedro, pratica e immagini della psiche, in collaborazione con Sonia Giorgi; Bergamo, Festival del Mitomodernismo, cura del workshop Il mito della Fenice;

1999  Cortecce, una poesia di Sergio Romanelli per un collage originale di Silva Felci, 30 esemplari, Ed. Pulcinoelefante, Osnago (Lc); Variazioni minime, una poesia di Sergio Romanelli per un collage originale di Silva Felci, 30 esemplari, Ed. Pulcinoelefante, Osnago (Lc);

1998 Bergamo, Civica Biblioteca Angelo Mai, Omaggio  a Rina Sara Virgillito, con Elia Ajolfi, Camillo Campana, Sonia Ciscato, Claudio Granaroli, Mirando Haz, Alfa Pietta, Maria Clara Quarenghi, Fiorenza Roncalli, Bruno Simon, Umberto Tibaldi;

1997 Osio Sotto, II Rassegna d’Arte Contemporanea – Momenti e protagonisti della Pittura Bergamasca dal dopoguerra a oggi;  Milano, Libera Scuola di Terapia Analitica, diretta da Claudio Risé, corso biennale di Sandplay Therapy; Bergamo, apertura del laboratorio di attività espressive;

1996  Lumezzane (Bs) Torre Avogadro, con Maria Clara Quarenghi; Bergamo, ex Chiesa di S.Agostino, Maestri e Artisti, 200 anni dell’Accademia Carrara; Bergamo, ex Chiesa di S.Agostino, Arte per Viipuri;

1995 Bergamo, Chiostro Minore di S.Agostino, personale; Edicole,  cartella di tre multipli in 20 esemplari numerati e firmati, Edizioni Seriarte, Bergamo;

1994 Pavia, Collegio Cairoli, Università di Pavia, con Sonia Ciscato e Alfa Pietta; Milano, Centro Culturale 04, con Tiziano Finazzi, Claudio Granaroli, Francesco Lodigiani, Alessandro Stenico; L’albero di luce, poesie di Rina Sara Virgillito con quattro trittici di Silva Felci, 500 esemplari di cui 300 numerati e firmati dagli autori, Ed. El Bagatt, Bergamo;

1993 Zurigo, International School of Interdisciplinary Studies, diretta da Paolo Knill, partecipazione a The advanced expressive therapy a Leukstadt (Ch);

1990 Soggetto e bozzetti per le scene e i costumi del balletto La rosa del deserto, con la partitura di Massimiliano Messieri (2006 pubblicazione in proprio della plaquette La rosa del deserto per il progetto di ricerca sul processo creativo del Dipartimento di Filologia germanica di Lettere dell’Università di Bahia, Brasile);

1989 Bergamo Galleria Vanna Casati, personale;

1986 Pavia, Collegio Cairoli, Università di Pavia, personale;

1984 Milano, Galleria Variazioni, personale;

1983 Crema, Centro Culturale S.Agostino, con Sonia Ciscato e Maria Clara Quarenghi; Salò, Centro d’Arte Sant’Elmo, personale;

1982 Savona, Centro d’Arte e Cultura Il Brandale, con Sonia Ciscato e Maria Clara Quarenghi;

1981 Bergamo, Galleria Bottega del Quadro di Vanna Casati, personale; Azzano Mella (Bs), Quarto Premio Nazionale Rossi;

1980 Cremona, Mostra  Nazionale di Grafica;

1979 Carate Brianza, Premio di pittura Cassa Rurale ed Artigiana; Cremona, Galleria Il Triangolo Sei artiste di Bergamo;

1975 Bergamo, Galleria dei Mille, personale; Cento, Premio Nazionale Aroldo Bonzagni; Figline-Firenze, Grafica Internazionale femminile University of Colorado;

1976- 1972 vetrate per la Chiesa Cattolica di Ikwega in Tanzania, per l’Ospedale Maggiore di Bergamo e per residenze private.